Comune di Savona Home Page
Spaziatore
Logo Teatro Chiabrera
Teatro Comunale Chiabrera   Home
BIGLIETTERIA 
ON-LINE 
Biglietteria
Il Teatro Chiabrera
Stagione 2021/22
Archivio
Presentazione Sindaco
Presentazione Direttore
Scarica i Programmi
Stagione di Prosa
Abbonamento scuole superiori
Teatro Giovani
Teatro Ragazzi
Stagione Musicale
Stagione di Balletto
La bella addormentata
Napoletango
Cenerentola
Stagione d'Operetta
Privacy

Cenerentola

18
FEBBRAIO
ORE 21

BALLETTO DI MILANO
"Cenerentola"
musiche di G. Rossini

con Giulia Parisi e Martin Zanotti
coreografie di Giorgio Madia

 

Dopo l'apprezzato “Romeo e Giulietta” della scorsa stagione, il BALLETTO DI MILANO torna con uno spettacolo dedicato a Rossini, una “Cenerentola”, vera novità per l’Italia, con la quale Giorgio Madia ha vinto nel 2007 il Gold Mask Critics Award. Il balletto, ispirato all'omonima fiaba di Charles Perrault, a cui resta fedele, ha luogo nel fantastico mondo delle favole, ma è ambientato negli anni cinquanta con i clichés di ruoli e opportunità che si rifanno al prosperoso periodo postbellico e si dipana su musiche di Rossini.
“Quando, la sera del 23 dicembre 1816, Gioachino Rossini ed il librettista Jacopo Ferretti conversero in “Cendrillon” come soggetto per la nuova opera da dare in scena soltanto un mese dopo al teatro Valle di Roma, si scelse di rinunciare all’elemento sovrannaturale dell’archetipo letterario, a favore di un tratto del tutto realistico e comico dei personaggi, peculiare al genere dell’opera buffa. Tuttavia il segno essenziale di un balletto è certamente il fiabesco, il fantastico. Un cambio di destinazione d’uso che rende possibile l'utilizzo unicamente di alcune parti della Cenerentola rossiniana quali l’Ouverture, il Temporale, la canzone “Una volta c’era un re” e il coro “O figlie amabili di Don Magnifico”. La partitura, diversamente da quanto accade nei balletti tratti dalle opere, qui si compone avvalendosi trasversalmente del catalogo rossiniano, prende in prestito brani cameristici, dalle sonate per archi alle composizioni per fortepiano, per gli a solo e i “pas de deux” creando una sorta di cornice concentrica attorno ai personaggi principali. Ma il materiale musicale più adeguato ed efficace al recupero dell’elemento magico della fiaba si ritrova nelle composizioni create da Rossini proprio per attirare l’attenzione, per generare lo stupore dello spettatore distratto e ad altro affaccendato quale era il frequentatore del teatro italiano del primo ottocento; quelle in cui il genio pesarese sperimenta nuove sonorità creandosi uno stile inconfondibile: le ouverture. Le “sinfonie avanti l’opera” de “La gazza ladra”, “Il signor Bruschino”, “Guglielmo Tell”, “Il barbiere di Siviglia”, “L’Italiana in Algeri”, con la loro brillantezza, l’acrobazia virtuosistica, gli effetti comici e parodistici dell’orchestrazione, vestono infatti perfettamente una coreografia che ci restituisce quell’ambientazione immaginaria fatta di fate, carrozze, cavalli e scarpette di perraultiana memoria, in cui alla genialità dei mezzi espressivi musicali fa eco la stupefacente invenzione coreografica di Giorgio Madia, concorrendo a comporre i frammenti di un pastiche musicale che trasforma la “pièce larmoyante” in un balletto celebrativo della magica creatività “tout court” della poetica rossiniana.” (Giuseppe Acquaviva)

Il Balletto di Milano, diretto da Carlo Pesta, vanta un nucleo stabile di danzatori accuratamente selezionati provenienti dalle migliori scuole e accademie, in grado di coniugare ad una tecnica impeccabile notevole versatilità e indubbia capacità espressiva. Molti sono i grandi artisti e coreografi ospitati nella storia della Compagnia tra cui spiccano nomi importanti del panorama internazionale come Carla Fracci, Oriella Dorella, Serge Manguette, Marco Pierin, Alessandro Molin, Gheorghe Iancu, Vittorio Biagi, Giuseppe Carbone, Micha Van Hoecke. Giorgio Madia ha collaborato con il Balletto di Toscana ed è stato direttore del balletto della Volksoper di Vienna. Tra le ultime creazioni, nel 2010 “Minuten Waltz” e “Chopin à Vienne” per l’Opernball al Teatro dell’Opera di Vienna di cui ha curato le coreografie per il quarto anno e una prossima mondiale di "OZ (the Wonderful Wizard)" per il Balletto di Stato di Berlino. “Professeur” invitato alla Compagnia Nazionale di Danza di Nacho Duato in Spagna, ma anche in Austria, Germania e Israele, è docente all'Università Konservatorium di Vienna.

La Direzione del Teatro Comunale Chiabrera comunica che per motivi tecnici il concerto di Alexandra Dovgan, in programma sabato 25 marzo è stato posticipato a sabato 9 aprile.

I biglietti già acquistati rimangono validi anche per la nuova data.

   

TEATRO COMUNALE
CHIABRERA

Piazza Diaz, 2 - 17100 Savona


Tel. +39 019.820409
Fax +39 019.83105075


biglietteria.teatrochiabrera@comune.savona.it